Numero meccanografico per operatori con l' estero - Italiancom - CCIAA DI BRINDISI

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Brindisi

Cartella selezionata

 

 

News correlate:

8/8/2019

Fattura elettronica - Il nuovo portale disponibile dal 10 Settembre (10/9/2019)

Sarà disponibile dal prossimo 10 Settembre il nuovissimo portale per la fatturazione elettronica
http://fatturaelettronica.infocamere.it/
 
Un servizio completo...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

6/8/2019

Chiusura Ente camerale lunedì 2 settembre 2019

Si comunica che in occasione delle solennità religiose dei Santi Patroni San Teodoro D'Amasea e San Lorenzo da...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

[Stampa]

Numero meccanografico per operatori con l' estero - Italiancom

E’ un codice alfanumerico (due caratteri e sei cifre) che viene rilasciato dalla Camera di Commercio della provincia in cui l’impresa ha la sede legale ed attribuito alle imprese che svolgono abitualmente un’attività commerciale con l’estero. Ha funzione di rilevanza statistica ed è richiesto dalle banche ai fini del rilascio della Comunicazione Valutaria statistica (CVS).

I dati raccolti dalla camera attraverso l’assegnazione del numero meccanografico vanno a confluire nella banca dati ITALIANCOM che a partire dal mese di novembre 2007 ha sostituito la banca dati SDOE.Ai sensi della Circolare n. 3576/C del 06.05.2004 del Ministero delle Attività Produttive, il rilascio del numero meccanografico può avvenire solo a favore di imprese attive, iscritte al Registro delle imprese tenuto dalla Camera di commercio competente per territorio (avendo riguardo alla sede legale ovvero all’unità locale), in regola con il versamento del diritto annuale e che abbiano dimostrato il possesso del requisito di abitualità ad operare con l’estero.L’abitualità ad operare con l’estero dovrà essere comprovata da apposita documentazione che dimostri il possesso, da parte dell’operatore, di almeno uno dei seguenti requisiti:
  1. esportatore abituale (ai sensi della vigente normativa: DPR 633/1972, D.L. 746/83 convertito con la legge 17/1984 e D.L..331/93 convertito con la legge 427/93);
  2. effettuazione diretta e/o in diretta (tramite società di intermediazione commerciale italiana, p.e. trading company ) di almeno una transazione commerciale nel corso dell'anno in entrata e/o in uscita, di importo complessivo non inferiore a  €12.500,00;
  3. permanenza stabile all'estero mediante una propria unità locale;
  4. partecipazione alle quote societarie da parte di soggetti stranieri;
  5. realizzazione di partnership con società estere;
  6. costituzione di joint venture societaria e/o di capitali e/o contrattuali all'estero;
  7. apporto di capitale in società estere (fattispecie non inclusa negli IDE) ;
  8. investimenti diretti all'estero (IDE);
  9. adozione del franchising in Paesi esteri;
  10. stipulazione di almeno un contratto di distribuzione e/o agenzia all'estero;
  11. costituzione di società all'estero;
  12. partecipazione a consorzio temporaneo di imprese all'estero.
Il requisito della abitualità ad operare con l’estero dovrà essere confermato annualmente. A tal fine ogni operatore titolare di numero meccanografico dovrà, entro il 31 dicembre di ogni anno – a partire dal 2008 – convalidare la propria posizione anche qualora non siano intervenute modifiche. Alla convalida, redatta sul modello ItalianCom, dovrà essere allegata idonea documentazione che attesti l’effettuazione di operazioni con l’estero nei ventiquattro mesi precedenti (fotocopie di fatture, atti costitutivi, visure camerali all’estero o altri certificati che attestino una permanenza stabile all’estero o l’esistenza di una sede all’estero; protocolli di intesa, contratti di franchising, statuti, ecc. che attestino una partecipazione o un accordo con società estere). La Camera di commercio sospenderà il rilascio delle attestazioni alle imprese che nell’arco di ventiquattro mesi non abbiano effettuato operazioni con l’estero ovvero non abbiano confermato annualmente la loro qualità di esportatori abituali.  

COSA FARE PER OTTENERE IL NUMERO MECCANOGRAFICO

La procedura per il rilascio del "numero meccanografico" richiede la presentazione della seguente documentazione:

  1. Questionario ITALIANCOM (Italian Companies Around the world), i cui dati confluiscono nell'apposita Banca Dati;
  2. fotocopia leggibile del documento di identità del richiedente;
  3. attestazione del versamento dei diritti di segreteria camerali; 
  4. documentazione attestante la qualifica di operatore abituale con l'estero ( fotocopie di atti costitutivi, fatture, visure camerali all'estero o altri certificati che attestino una permanenza stabile all'estero o l'esistenza di una sede all'estero; protocolli di intesa, contratti di franchising o statuti che attestino una partecipazione o un accordo con società estere).

Le dichiarazioni poste sul modulo di domanda e i successivi aggiornamenti hanno valore di dichiarazione resa di fronte a pubblico ufficiale, con le conseguenti responsabilità del dichiarante in merito al contenuto delle dichiarazioni stesse.

COSTI

Il costo dei diritti di segreteria da corrispondere è il seguente:

  • per nuova assegnazione = € 31,00 euro
  • per convalida annuale = € 3,00 euro
  • per convalida annuale effettuata dopo la scadenza prevista = € 6,00 (€ 3,00 per ogni anno arretrato)

I diritti potranno essere versati :

  • in contanti presso lo sportello cassa sito al IV° piano della Camera di Commercio;
  • con carta POS (Bancomat) allo sportello ubicato nella sede camerale sito al III° piano presso il registro imprese;
  • con versamento sul C/C postale n. 239723 intestato a Camera di Commercio Brindisi

Tempi di attribuzione o convalida:

Dal terzo giorno lavorativo successivo dalla data di presentazione di tutta la documentazione.

MODULISTICA

>> Modello ItalianCom per la richiesta/convalida del numero meccanografico

NORMATIVA

>> Circolare 3576/ C del 06.05.2004 - in formato .pdf
>> Note esplicative Unioncamere (istruzioni per la compilazione) - in formato .pdf

CONTATTI

Eventuali informazioni possono essere richieste durante l’orario d’ufficio alla Camera di Commercio ai seguenti nominativi:

Maria Grazia COSOLO email: mariagrazia.cosolo@br.camcom.it

 

 

Data di redazione: 1/3/2019

 

[Stampa]