Registro Pile e Accumulatori - CCIAA DI BRINDISI

Men¨ di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Brindisi

Cartella selezionata

 

 

News correlate:

13/2/2020

La Camera di Commercio di Brindisi alla Fiera Internazionale del Turismo Mediterraneo 2020 di Tel Aviv con il Progetto In-MedTour

La Camera di Commercio di Brindisi, in qualità di partner del progetto di cooperazione territoriale europea In-MedTour (Innovative...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

28/1/2020

RIPARTE A FEBBRAIO LA NUOVA SESSIONE DEL PREMIO STORIE DI ALTERNANZA (scadenza 20 aprile 2020 ore 17,00)

 
 
Dal 3 febbraio 2020 e fino al 20 aprile 2020 (ore 17.00) , si riparte con la Sessione I...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

23/1/2020

MARCHI BREVETTI-FATTURE INGANNEVOLI

Si comunica che l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (UIBM) del Ministero dello Sviluppo economico è oggetto di una azione...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

[Stampa]

Registro Pile e Accumulatori

Nel 2009 Ŕ stato costituito dalle Camere di Commercio il Registro Nazionale dei produttori di pile e accumulatori.
L'iscrizione a tale registro, obbligatoria per poter immettere i prodotti sul mercato, doveva essere effettuata via telematica alle CAmere di Commercio ove Ŕ registrata la sede legale dell'impresa.
nel corso del 2009 si sono iscritti circa 2000 produttori. Il compito delle Camere di Commercio Ŕ limitato, e consiste nella verifica della correttezza amministrativa della pratica inviata (ovvero dell'avvenuto pagamento dell'imposta di bollo e della tassa di concessione governativa. A fronte della presentazione delle pratiche di iscrizione non Ŕ previsto il versamento di alcun diritto di segreteria.

La comunicazione annuale

L' articolo 14 comma 2 del D.Lgs. 188/2008 prevede che annualmente, entro il 31 marzo, i produttori di pile e accumulatori iscritti al Registro Nazionale dei soggetti tenuti al finanziamento del sistema di gestione dei rifiuti di pile e accumulatori comunicano, per via telematica, alle Camere di commercio i dati relativi alle pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, suddivisi per tipologia.
A partire dal giorno 11 marzo gli iscritti disporranno dell'applicazione per presentare la comunicazione. L'accesso alla procedura informatica avviene, tramite dispositivo di firma digitale intestato al legale rappresentante o al soggetto da questi delegato, dal sito www.impresa.gov.it , scegliendo la voce "La mia scrivania" e, successivamente, tra i servizi on line, Ambiente e Registro Pile.
Una volta effettuato l'accesso alla scrivania del Registro Pile Ŕ necessario scegliere la voce "Comunicazione Pile".

Il sistema propone i dati anagrafici comunicati al momento dell'iscrizione e l'elenco delle tipologie di pile e accumulatori che il produttore ha giÓ iscritto al Registro.
L'impresa deve indicare i dati, espressi in pezzi e peso, delle pile o accumulatori immessi sul mercato nel 2009.
Se il produttore nel 2009 ha immesso sul mercato tipologie non presenti nell'elenco, dovrÓ, prima di presentare la comunicazione annuale, aggiornare il registro con una pratica di variazione.

La pratica cosý compilata deve essere trasmessa, via telematica e seguendo le istruzioni della procedura, al Registro Pile. Una volta effettuato l'invio il sistema rilascia una ricevuta di avvenuta presentazione: la pratica trasmessa Ŕ consultabile nella sezione "Archivio Pratiche".

Ruolo delle Camere di Commercio

La pratica viene inviata direttamente al destinatario finale (ovvero Ministero dell'Ambiente) senza necessitÓ di alcun controllo e verifica da parte della Camera. Non Ŕ previsto il versamento di alcun importo. Ecocerved provvederÓ ad inviare ai circa 2000 iscritti una mail ricordando loro l'adempimento.

Sul sito www.registropile.it Ŕ disponibile il manuale utente.

 

Data di redazione: 26/7/2013

 

[Stampa]