Requisiti - CCIAA DI BRINDISI

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Brindisi

Cartella selezionata

 

 

News correlate:

18/5/2020

Avviso all'utenza - Rilascio SPID e CNS/Firma digitale

Si comunica che il servizio di rilascio dello “Spid” e di dispositivi “CNS/Firma digitale” è...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

8/5/2020

Attivazione del servizio Egov "ITALIANCOM - Imprese operanti con l'estero

Si comunica che da oggi è attivo il servizio egov Italiancom- sulla piattaforma telemaco e le istanze inviate tramite detto...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

4/5/2020

Unioncamere Puglia: Progetto "La Puglia per Economia Circolare: ciclo di webinar gratuiti

Unioncamere Puglia, a partire dal prossimo 8 maggio, organizza  una serie di sessioni formative gratuite rivolte alle imprese...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

[Stampa]

Requisiti

I requisiti per ottenere un modello di utilità sono:

Novità: per il modello la novità va riferita soltanto a ciò che sia stato atto a conferire particolare efficacia o comodità d’impiego a macchine e a loro parti, strumenti, utensili ed oggetti d’uso in genere
Originalità: il trovato deve essere il risultato di uno sforzo inventivo e non risultare in modo vidente dall'applicazione di normali conoscenze tecniche da parte di un tecnico esperto del ramo
Industrialità: l'invenzione deve poter essere oggetto di fabbricazione ed utilizzo in campo industriale
Liceità: l'invenzione non deve essere contraria all'ordine pubblico ed al buon costume.

Ogni domanda per modello di utilità deve avere ad oggetto un solo trovato ed è sottoposta per legge ad un periodo di segretezza di 18 mesi, di cui 90 giorni, assolutamente inderogabili, riservati all’autorità militare per verificare il proprio interesse sul trovato.

Il titolare può decidere di rendere anticipatamente accessibile al pubblico la sua domanda per cui, trascorsi i 90 giorni suddetti, ai quali non e’ possibile rinunciare, la domanda diventa visibile.
I richiedenti residenti all’estero devono eleggere un domicilio in Italia ai fini dell’invio della corrispondenza.

Entro 12 mesi dal deposito italiano, si può estendere la protezione del brevetto all'estero (brevetto europeo, internazionale, deposito effettuato nei singoli Paesi), rivendicandone la priorità. La data che attesta la presentazione è quella della richiesta della prima registrazione.

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]