L'attuale Presidente - CCIAA DI BRINDISI

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Brindisi

Cartella selezionata

 

 

News correlate:

11/9/2019

ANCORA ATTIVO IL BANDO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ANNUALITÀ 2019 ( Scadenza alle ore 20,00 del 31/10/2019)

Ancora attivo il Bando per la concessione di voucher per percorsi di alternanza scuola lavoro Annualità 2019 con scadenza...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

9/9/2019

RIPARTE LA III EDIZIONE DEL PREMIO “STORIE DI ALTERNANZA ”VALENTINA LUCHENA " – A.S. 2019/2020

In partenza la terza edizione del premio ‘Storie di alternanza", anno scolastico 2019/2020.
Gli istituti scolastici provinciali...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

9/9/2019

AVVIATA LA III EDIZIONE PREMIO "STORIE DI ALTERNANZA" - A.S. 2019/2020

 

 
In partenza la terza edizione del premio ‘Storie di alternanza’, anno scolastico 2019/2020, iniziativa promossa...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

[Stampa]

L'attuale Presidente

malcarne.jpg (5 Kb)

Alfredo Malcarne
Presidente della Camera di Commercio di Brindisi dal 16/04/2014

>> Il Programma per il quinquennio 2014-2019

 

Il Presidente è il legale rappresentante della Camera di Commercio e ne assicura l'unitarietà d'indirizzo politico-amministrativo; esso è eletto secondo le modalità di cui all'art.16 della legge n.580/93 e dura in carica secondo le modalità di legge, in coincidenza con la durata del Consiglio, e può essere rieletto una sola volta.

Il Presidente esercita le funzioni attribuitegli dalla legge e dallo statuto.
In particolare il Presidente:

a) esercita la rappresentanza istituzionale della Camera di Commercio;
b) convoca, in via ordinaria e straordinaria, e presiede il Consiglio, disponendone l'ordine del giorno nelle modalità previste dal regolamento;
c) convoca, in via ordinaria e straordinaria, e presiede la Giunta, disponendone l'ordine del giorno nelle modalità previste dal regolamento;
d) ogni anno, in occasione del bilancio di previsione, presenta al Consiglio una relazione generale della Giunta sullo stato della Camera di Commercio e sulla situazione dell'economia provinciale, sulla base della quale il Consiglio formula il proprio indirizzo politico-amministrativo, individua gli obiettivi ed i programmi da attuare;
e) in occasione della presentazione del conto consuntivo, presenta al Consiglio la relazione della Giunta sullo stato della Camera di Commercio e sulla situazione dell'economia provinciale;
f) controlla e verifica il rispetto dei deliberati del Consiglio e della Giunta, garantisce la rispondenza dell'attività della Camera di Commercio ai predetti atti e relaziona ai citati organi secondo le modalità previste dal regolamento;
g) in caso di urgenza può adottare gli atti di competenza della Giunta, salvo ratifica.

Il Presidente non può conferire deleghe generiche o per materia, può invece incaricare singoli consiglieri dello svolgimento di specifiche attività riguardanti le proprie competenze fermo restando l'adozione dei relativi provvedimenti da parte dell'organo competente. In ogni caso le deleghe sono limitate all'esercizio di funzioni di rappresentanza esterna in singole manifestazioni o allo svolgimento di compiti istruttori per provvedimenti degli Organi.

Il Presidente ha diritto all'indennità di carica determinata ai sensi dell'art.11 lettera e) della legge n.580/93 e dell'art.38 comma 2 lettera b) del D.Lgs. n.112/98.

Il Presidente decade:

a) per scioglimento del Consiglio;
b) per approvazione di una mozione di sfiducia secondo le modalità previste dall'art.43 dello statuto.

Il Presidente decade dalla carica per mozione di sfiducia debitamente motivata, approvata dal Consiglio con la maggioranza dei due terzi dei componenti. La mozione di sfiducia può essere presentata da un terzo dei componenti il Consiglio solo nelle seguenti ipotesi:

a) per gravi e persistenti violazioni di legge, dello statuto e delle delibere del Consiglio;
b) qualora siano disattesi gli indirizzi programmatici fissati dal Consiglio;
c) per atti altamente lesivi del prestigio, dell'immagine e della dignità della Camera di Commercio.

La mozione di sfiducia contiene l'indicazione del nuovo candidato a Presidente, il quale presenta al Consiglio una relazione programmatica previsionale. L'approvazione della mozione comporta la decadenza del Presidente sfiduciato e l'elezione del nuovo Presidente nella persona del candidato indicato. Il nuovo Presidente così eletto dura in carica per il restante periodo di durata del Consiglio.

Infine, il Presidente svolge le proprie funzioni senza alcun vincolo di mandato, salvo quello previsto dalla legge.

 

Data di redazione: 30/4/2014

 

[Stampa]