Diritto Annuale - CCIAA DI BRINDISI

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Brindisi

Cartella selezionata

 

 

News correlate:

15/10/2019

ULTIMI GIORNI PER L’ISCRIZIONE ALLA III EDIZIONE DEL PREMIO “STORIE DI ALTERNANZA ”VALENTINA LUCHENA " – A.S. 2019/2020

Gli istituti scolastici provinciali interessati, potranno iscriversi per la sessione del II° semestre 2019, fino al 21 ottobre...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

14/10/2019

Punto Impresa Digitale - Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2019 - Graduatoria

Disponibile nella sezione Punto Impresa Digitale - Bando voucher digitali I4.0 - Anno 2019 la graduatoria per la concessione dei  voucher...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

3/10/2019

COMUNICAZIONE: CONVOCAZIONE CONSIGLIO CAMERALE

Si comunica che il Consiglio camerale è convocato per martedì 22 ottobre 2019 alle ore 11,00

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

[Stampa]

Diritto Annuale

Diritto annuale

 

>> Calcola online il diritto annuale

>> Consultazione cartelle esattoriali (Elenco atti depositati dagli Agenti della riscossione)

 

 


DIRITTO ANNUALE 2019

 

Circolare MISE n. 0432856 del 21/12/2018

 

Circolare MISE n. 0172631 del 02/07/2019 Modifica termini di versamento diritto annuale

L'art. 12-quinquies comma 3 del D.L. 34/2019, convertito con modificazioni nella L. 59/2019, ha prorogato dal 30/06/2019 al 30/09/2019 i termini dei versamenti per i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati approvati gli indici sintetici di affidabilità fiscale di cui all'art. 9-bis del D.L. 50/2017, convertito con modificazioni dalla Legge 96/2017, e che dichiarano ricavi o compensi di ammontare non superiore al limite stabilito, per ciascun indice, dal relativo decreto di approvazione del MEF.

 

 

Ai sensi dell’art. 18 comma 10 della legge 580/1993 come riformato dal D.Lgs. 219/2016, con Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 2 Marzo 2018 è stato autorizzato per la Camera di commercio di Brindisi l'aumento della misura del diritto annuale 2018 del 20% per il finanziamento di progetti strategici, approvati dagli organi camerali e condivisi con la Regione, ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l'organizzazione di servizi alle imprese.

La misura del diritto annuale 2019 deriva dal seguente iter normativo:

  • la riforma del 2014 (Legge 114/2014 art. 28) opera la riduzione del diritto annuale 2014 (decreto MISE 21/04/2011) rispettivamente del 35% nell'anno 2015, del 40% nell'anno 2016 e del 50% nell'anno 2017;
  • con decreto del Ministro dello sviluppo economico 22/05/2017 viene autorizzata la maggiorazione del 20% sul diritto annuale dovuto per l'anno 2017 e ne deriva, pertanto, un allineamento degli importi e delle modalità di calcolo con l'anno 2016.
  • con decreto del Ministro dello sviluppo economico 02/03/2018 viene autorizzata la maggiorazione del 20% sul diritto annuale dovuto per l'anno 2018 e ne deriva, pertanto, un allineamento degli importi e delle modalità di calcolo con l'anno 2017 e 2016.

 

Conseguentemente per l'anno 2019 l'importo del diritto annuale e la modalità di calcolo rimarranno invariate rispetto al 2018.

 

>> Foglio elettronico per il calcolo del diritto annuale 2019 (in formato Excel)

 

 

 

 


DIRITTO ANNUALE 2018

 

Circolare MISE n. 0026505 del 16/01/2018

 

Ai sensi dell’art. 18 comma 10 della legge 580/1993 come riformato dal D.Lgs. 219/2016, con Decreto del Ministro dello sviluppo economico del 2 Marzo 2018 è stato autorizzato per la Camera di commercio di Brindisi l'aumento della misura del diritto annuale 2018 del 20% per il finanziamento di progetti strategici, approvati dagli organi camerali e condivisi con la Regione, ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l'organizzazione di servizi alle imprese.

La misura del diritto annuale 2018 deriva dal seguente iter normativo:

  • la riforma del 2014 (Legge 114/2014 art. 28) opera la riduzione del diritto annuale 2014 (decreto MISE 21/04/2011) rispettivamente del 35% nell'anno 2015, del 40% nell'anno 2016 e del 50% nell'anno 2017;
  • con decreto del Ministro dello sviluppo economico 22/05/2017 viene autorizzata la maggiorazione del 20% sul diritto annuale dovuto per l'anno 2017 e ne deriva, pertanto, un allineamento degli importi e delle modalità di calcolo con l'anno 2016.
  • con decreto del Ministro dello sviluppo economico 02/03/2018 viene autorizzata la maggiorazione del 20% sul diritto annuale dovuto per l'anno 2018 e ne deriva, pertanto, un allineamento degli importi e delle modalità di calcolo con l'anno 2017 e 2016.

 

Conseguentemente per l'anno 2018 l'importo del diritto annuale e la modalità di calcolo rimarranno invariate rispetto al 2017.

 

>> Foglio elettronico per il calcolo del diritto annuale 2018 (in formato Excel)

 


 

>> Archivio anni precedenti

 

 

Data di redazione: 8/7/2019

 

[Stampa]

[Stampa]

Anni precedenti

ARCHIVIO 2017 

Ai sensi dell’art. 18 comma 10 della legge 580/1993 come riformato dal D.Lgs. 219/2016, con Decreto del Ministro dello sviluppo economico firmato in data 22/05/2017, ora in corso di registrazione alla Corte dei conti, è stato autorizzato per la Camera di commercio di Brindisi l'aumento della misura del diritto annuale 2017 del 20% per il finanziamento di progetti strategici, approvati dagli organi camerali e condivisi con la Regione, ed aventi per scopo la promozione dello sviluppo economico e l'organizzazione di servizi alle imprese.

La misura del diritto annuale 2017 deriva dal seguente iter normativo:

  • la riforma del 2014 (Legge 114/2014 art. 28) opera la riduzione del diritto annuale 2014 (decreto MISE 21/04/2011) rispettivamente del 35% nell'anno 2015, del 40% nell'anno 2016 e del 50% nel corrente anno 2017;
  • con decreto del Ministro dello sviluppo economico 22/05/2017 viene autorizzata la maggiorazione del 20% sul diritto annuale dovuto per l'anno 2017 e ne deriva, pertanto, un allineamento degli importi e delle modalità di calcolo con l'anno 2016.

 

Conseguentemente per l'anno 2017 l'importo del diritto annuale e la modalità di calcolo rimarranno invariate rispetto al 2016.

 

Consulta l'informativa 2017

 

Modifica termini di versamento diritto annuale. L'art. 7-quater del D.L. 193/2016, convertito con modificazioni nella L. 225/2016, ha modificato, a decorrere dal 01/01/2017, i termini dei versamenti di cui all'art. 17 del D.P.R. 435/2001. Il termine di versamento è pertanto fissato al 30 giugno.

 

>> Modifica del saggio di interesse legale, con decorrenza dal 1° gennaio 2017

>> Nuovo Regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni amministrative tributarie applicabili nei casi di violazioni relative al diritto annuale (in formato PDF)

>> Foglio elettronico per il calcolo del diritto annuale 2017 (in formato Excel)

 

ARCHIVIO 2016

Con nota prot. n. 0279880 del 22/12/2015 il Ministero dello Sviluppo Economico ha determinato le misure del diritto annuale per l'anno 2016 aggiornati in seguito alla riduzione del 40% disposta dall'art. 28, comma 1, del D.L. 90/2014, convertito con modificazioni nella L. 114/2014.

 

>> Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico - Misure per il diritto annuale 2016 (in formato PDF)

>> Modifica del saggio di interesse legale, con decorrenza dal 1° gennaio 2016

>> Nuovo Regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni amministrative tributarie applicabili nei casi di violazioni relative al diritto annuale (in formato PDF)

>> Foglio elettronico per il calcolo del diritto annuale 2016 (in formato Excel)

 

>> Proroga scadenza diritto annuale 2016 per attività soggette a studi di settore

Con D.P.C.M. del Ministero dell'Economia e delle Finanze, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 139 del 16 giugno 2016, è stata prorogata la scadenza del diritto annuale per alcune tipologie di soggetti.
La scadenza è spostata dal 16 giugno al 6 luglio 2016 per i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore.

Il versamento potrà essere effettuato dal 7 luglio al 22 agosto con la maggiorazione dello 0,4%. 

ARCHIVIO 2015

Con nota prot. n. 0227775 del 29/12/2014, il Ministero dello Sviluppo Economico ha determinato le misure del diritto annuale per l'anno 2015. aggiornati in seguito alla riduzione del 35% disposta dall'art. 28, comma 1, del D.L. 90/2014, convertito con modificazioni nella L. 114/2014.

 

>> Circolare del Ministero dell Sviluppo Economico - Misure per il diritto annuale 2015 (in formato PDF)

>> Modifica del saggio di interesse legale, con decorrenza dal 1° gennaio 2015

>> Nuovo Regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni amministrative tributarie applicabili nei casi di violazioni relative al diritto annuale (in formato PDF)

>> Foglio elettronico per il calcolo del diritto annuale (in formato Excel)

 

ARCHIVIO 2014

Con nota prot. n. 0201237 del 5/12/2013, il Ministero dello Sviluppo Economico ha determinato le misure del diritto annuale per l'anno 2014.

>> Circolare del Ministero dell Sviluppo Economico - Misure per il diritto annuale 2014 (in formato PDF)

>> Modifica del saggio di interesse legale, con decorrenza dal 1° gennaio 2014

>> Foglio di calcolo diritto annuale 2014

>> Esempio informativa sezione ordinaria

>> Esempio informativa sezione speciale

>> Nuovo Regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni amministrative tributarie applicabili nei casi di violazioni relative al diritto annuale (in formato PDF)

 

>> Proroga scadenza diritto annuale 2014 per attività soggette a studi di settore

Con D.P.C.M. del Ministero dell'Economia e delle Finanze, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 137 del 16 giugno 2014, è stata prorogata la scadenza del diritto annuale per alcune tipologie di soggetti.
La scadenza è spostata dal 16 giugno al 7 luglio 2014 per i soggetti che esercitano attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore.

Il versamento potrà essere effettuato dall'8 luglio al 20 agosto con la maggiorazione dello 0,4%. 

ARCHIVIO 2013

E’ stato confermato il D.M. 21 Aprile 2011 di determinazione delle misure del diritto annuale dovuto per l’anno 2013 dalle Imprese alle Camere di commercio; tutte le Imprese iscritte o annotate nella sezione ordinaria o speciale del Registro delle Imprese debbono versare in unica soluzione il diritto annuale a favore della Camera di commercio competente per territorio entro il termine previsto per il pagamento del primo acconto delle imposte sui redditi, fissato al 17 giugno 2013 per la maggior parte dei soggetti.

>> Proroga della scadenza per il pagamento del Diritto Annuale per le attività economiche per le quali sono stati elaborati gli studi di settore - 18 giugno 2013

>> Circolare del Ministero dello Sviluppe Economico - Misure per il diritto annuale 2013 - in formato .pdf

>> Informative imprese iscritte nella sezione speciale - in formato .pdf

>> Informative imprese iscritte nella sezione ordinaria - in formato .pdf

>> Foglio di calcolo per il diritto dovuto nel 2013 - in .xls

>> Nuovo Regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni amministrative tributarie applicabili nei casi di violazioni relative al diritto annuale - in formato .pdf

>> Decreto del Ministero dell' Economia e delle Finanze 12 Dicembre 2011 - Misura del saggio di interesse legale - in formato .pdf

 

ARCHIVIO 2012

>> Informative imprese iscritte nella sezione speciale - in formato .pdf

>> Informative imprese iscritte nella sezione ordinaria - in formato .pdf

>> Circolare del Ministero dello Sviluppo Economico - Misure del Diritto Annuale per l' anno 2012

>> DPCM 6 giugno 2012 - proroga della scadenza al 9 luglio 2012 - in formato .pdf

>> Foglio di calcolo per il diritto dovuto nel 2012 - in .xls

>> Regolamento per la definizione dei criteri di determinazione delle sanzioni amministrative tributarie applicabili nei casi di violazioni relative al diritto annuale - in formato .pdf

 

ANNO 2011

ANNO 2010

 

Data di redazione: 10/6/2019

 

[Stampa]