Albi ed elenchi marittimi - CCIAA DI BRINDISI

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Brindisi

Cartella selezionata

 

 

News correlate:

11/9/2019

ANCORA ATTIVO IL BANDO ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO ANNUALITÀ 2019 ( Scadenza alle ore 20,00 del 31/10/2019)

Ancora attivo il Bando per la concessione di voucher per percorsi di alternanza scuola lavoro Annualità 2019 con scadenza...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

9/9/2019

RIPARTE LA III EDIZIONE DEL PREMIO “STORIE DI ALTERNANZA ”VALENTINA LUCHENA " – A.S. 2019/2020

In partenza la terza edizione del premio ‘Storie di alternanza", anno scolastico 2019/2020.
Gli istituti scolastici provinciali...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

9/9/2019

AVVIATA LA III EDIZIONE PREMIO "STORIE DI ALTERNANZA" - A.S. 2019/2020

 

 
In partenza la terza edizione del premio ‘Storie di alternanza’, anno scolastico 2019/2020, iniziativa promossa...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

[Stampa]

Albi ed elenchi marittimi

 

Data di redazione: 26/7/2013

 

[Stampa]

[Stampa]

Ruolo Interprovinciale dei Mediatori Marittimi

Nuove disposizioni per intraprendere l' attività a seguito dell' emanazione del Dlgs. 59/2010 e della L. 122/2010

Normativa di riferimento

• Legge 12 marzo 1968, n. 478
• D.P.R. 4 gennaio 1973, n. 66
• Dlgs 26 marzo 2010 n. 59 di attuazione direttiva servizi 2006/123/CE

La disciplina del mediatore marittimo è dettata in via speciale dalle legge 12 marzo 1968 n. 478 e dal suo regolamento di esecuzione emanato con D.P.R. 4 gennaio 1973 n. 66.
Sono mediatori marittimi coloro che esercitano professionalmente l'attività di mediazione nei contratti di costruzione, di compravendita, di locazione, di noleggio di navi e nei contratti di trasporto marittimo delle cose (art.1 legge 478/1968).
Per l’esercizio di detta professione fino al 7/5/2010 era necessaria l’iscrizione nell’apposito Ruolo dei mediatori marittimi.
Il ruolo era diviso in due sezioni: una ordinaria ed una speciale, in quest’ultima si iscrivevano i mediatori marittimi abilitati ad esercitare pubblici uffici e cioè a presiedere alle pubbliche gare per contratti.
L' iscrizione nel ruolo abilitava all’esercizio della professione su tutto il territorio nazionale.
In data 8 maggio 2010 è entrato in vigore il D.Lgs. 26 marzo 2010, n. 59 "Attuazione della direttiva 2006/123/CE relativa ai servizi nel mercato interno”. Due sono i pilastri del decreto legislativo che ha recepito la direttiva servizi:la liberalizzazione e la semplificazione. Il decreto prevede inoltre all’art. 75, la soppressione del ruolo mantenendo pressoché inalterato il possesso dei requisiti morali e professionali previsti dalla Legge 478/68 per l’esercizio dell’attività, nonché la verifica del possesso degli stessi da parte della Camera di Commercio.
Dal 31 luglio 2010 è intervenuta la modifica dell’'articolo 19 della Legge n. 241/1990 (apportata con Legge di conversione 30 luglio 2010, n. 122 al Decreto Legge 31 maggio 2010, n. 78) in base alla quale la "Dichiarazione di Inizio Attività – D.I.A." è stata sostituita dalla "Segnalazione Certificata di Inizio Attività – S.C.I.A".

La modifica dell’articolo 19 e la conseguente applicazione della SCIA anche alle attività di mediatore marittimo, ha determinato una rilevante semplificazione del procedimento di avvio delle attività di mediatore marittimo, tale attività soggetta a verifica dei requisiti può essere iniziata dalla data di presentazione della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (S.C.I.A.) al Registro delle Imprese della Camera di commercio.

Il nuovo testo dell’articolo 19, prevede infatti che “ogni atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi e ruoli richieste per l’esercizio di attività imprenditoriale, commerciale o artigianale il cui rilascio dipenda esclusivamente dall’accertamento dei requisiti e presupposti richiesti dalla legge o da atti amministrativi a carattere generale, e non sia previsto alcun limite o contingente complessivo o specifici strumenti di programmazione settoriale per il rilascio degli stessi, è sostituito da una segnalazione dell’interessato”, salvo alcune eccezioni evidenziate dalla normativa stessa.

La S.C.I.A. deve essere presentata il giorno dell'inizio dell'attività economica e la data di inizio dell'attività dovrà coincidere con quella di presentazione della S.C.I.A. al Registro delle Imprese. L’amministrazione competente ha sessanta giorni di tempo per accertare l’esistenza dei requisiti e presupposti richiesti per l’avvio dell’attività inibendo l’impresa alla prosecuzione della stessa; l’inibizione comporta l’emanazione di un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi, ferma restando la possibilità del richiedente di regolarizzare la posizione nel termine fissato dall’amministrazione stessa.
L’interessato dovrà presentare all’amministrazione competente la SCIA, accompagnata dalle dichiarazioni sostitutive riguardanti gli stati, le qualità e i fatti personali, previsti dagli articoli 46 e 47 del d.p.r. 28 dicembre 2000, numero 445, e corredata dalle autocertificazioni, attestazioni e asseverazioni di tecnici abilitati, eventualmente richieste dalla natura della segnalazione.

La S.C.I.A. deve essere comunque allegata ad un modello di Comunicazione Unica (di iscrizione o variazione) al Registro delle Imprese.

Si ricorda che per le persone fisiche rimane comunque invariato l’obbligo di sostenere gli esami.

Ai sensi dell’art. 7, lettera e), della legge 12.03.1968, n. 478, il superamento dell’esame di cui all’art. 9 della stessa legge, costituisce infatti uno dei requisiti obbligatori per l’esercizio della professione.

GLI ESAMI

>> L’esame per l’iscrizione nel ruolo sezione ordinaria

Coloro che intendono svolgere attività di mediatore marittimo nella sezione ordinaria prima di presentare la SCIA devono sostenere apposito esame presso una Camera di Commercio.

La Camera di Commercio di Brindisi con apposita deliberazione dirigenziale provvede ad indire almeno una volta l’anno la sessione di esame assicurando la necessaria pubblicità degli avvisi di concorso anche mediante la loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

Gli interessati dovranno:

• Presentare apposita domanda in bollo del valore vigente da presentare o spedire a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno alla Camera di Commercio di Brindisi, entro e non oltre la data indicata sul bando di concorso il cui avviso è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica . A tal fine si precisa che le domande presentate fuori termine non saranno ritenute ammissibili.
• Provvedere al versamento di Euro 77,00 sul c/c postale 239723 intestato alla Camera di Commercio di Brindisi con la seguente causale: “diritti per l’esame di idoneità per i Mediatori Marittimi”; tale versamento potrà essere anche effettuato direttamente allo sportello cassa.

I candidati saranno avvisati della prova di esame, con un preavviso di almeno 20 giorni, tramite apposita lettera raccomandata.

L' aspirante all' iscrizione nel Ruolo deve aver conseguito il diploma di scuola media inferiore e deve dimostrare di avere adeguata capacità professionale ottenuta attraverso il superamento di un apposita prova d’esame.

Ai sensi dell’art. 10 del D.P.R. 4.1.1973, n. 66, la prova di esame per l’iscrizione nella sezione ordinaria del Ruolo è orale e verte sui seguenti argomenti:

a) Norme che regolano la mediazione dettate dal codice civile, da leggi e da regolamenti;
b) Nozioni teorico-pratiche relative ai contratti di compravendita, di locazione e di noleggio di navi, ai contratti di trasporto di cose ed ai documenti del trasporto marittimo;
c) Nozioni relative alla costruzione ed all’esercizio della nave;
d) Conoscenza delle caratteristiche e dell’andamento del mercato dei noli e della compravendita di navi;
e) Conoscenza dei principali contratti-tipo in uso, delle clausole e degli usi marittimi locali e nazionali, nonché delle principali consuetudini internazionali relative ai trasporti marittimi;
f) Conoscenza delle principali disposizioni del codice della navigazione in materia di amministrazione della navigazione marittima, di regime amministrativo delle navi, di costruzione e proprietà della nave, di impresa di navigazione, di privilegi e di ipoteche;
g) Nozioni sulle assicurazioni marittime, corpi e merci;
h) Nozioni sulle avarie marittime e sui loro regolamenti;
i) Conoscenza delle operazioni e dei servizi portuali, nonché delle funzioni che svolgono i vari ausiliari del traffico marittimo nella fase portuale (agenti marittimi, spedizionieri, imprese portuali, compagnie portuali, ecc.);
j) Conoscenza della geografia politica ed economica;
k) Conoscenza pratica della lingua inglese ed in particolare dei termini tecnici relativi ai vari istituti.
La prova di esame si intende superata se il candidato ottiene la votazione di almeno sei decimi (6/10).

>> L’esame per l’iscrizione nel ruolo sezione speciale

Coloro che intendono svolgere attività di mediatore marittimo nella sezione speciale prima di dichiarare l’inizio di attività devono sostenere apposito esame presso una Camera di Commercio.

La Camera di Commercio di Brindisi con apposita deliberazione dirigenziale provvede ad indire almeno una volta l’anno la sessione di esame assicurando la necessaria pubblicità degli avvisi di concorso anche mediante la loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

A tal fine gli interessati dovranno:

• presentare apposita domanda in bollo del valore vigente, da presentare o spedire a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno alla Camera di Commercio di Brindisi, entro e non oltre la data indicata sul bando di concorso il cui avviso è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica. A tal fine si precisa che le domande presentate fuori termine non saranno ritenute ammissibili.
• Provvedere al versamento di Euro 77,00 sul c/c postale 239723 intestato alla Camera di Commercio di Brindisi con la seguente causale: “diritti per l’esame di idoneità per i Mediatori Marittimi”; tale versamento può essere anche effettuato direttamente allo sportello cassa.

Ai sensi dell’art. 11 del D.P.R. 4.1.1973, n. 66, l’esame per l’iscrizione nella sezione speciale del Ruolo è composta di due prove scritte e di una prova orale.

Le prove scritte consistono nella trattazione delle seguenti materie:

a) Nozioni di diritto marittimo e dei termini contrattuali per noleggi e compra-vendita di navi;
b) Redazione di contratti.
La durata delle prove scritte non può superare il massimo di otto ore.
La prova orale consiste in un colloquio sulle seguenti materie:
a) Norme che regolano la mediazione dettate dal codice civile, da leggi e da regolamenti;
b) Nozioni teorico-pratiche relative ai contratti di compravendita, di locazione e di noleggio di navi, ai contratti di trasporto di cose ed ai documenti del trasporto marittimo;
c) Nozioni relative alla costruzione ed all’esercizio della nave;
d) Conoscenza delle caratteristiche e dell’andamento del mercato dei noli e della compravendita di navi;
e) Conoscenza dei principali contratti-tipo in uso, delle clausole e degli usi marittimi locali e nazionali, nonché delle principali consuetudini internazionali relative ai trasporti marittimi;
f) Conoscenza delle principali disposizioni del codice della navigazione in materia di amministrazione della navigazione marittima, di regime amministrativo delle navi, di costruzione e proprietà della nave, di impresa di navigazione, di privilegi e di ipoteche;
g) Nozioni sulle assicurazioni marittime, corpi e merci;
h) Nozioni sulle avarie marittime e sui loro regolamenti;
i) Conoscenza delle operazioni e dei servizi portuali, nonché delle funzioni che svolgono i vari ausiliari del traffico marittimo nella fase portuale (agenti marittimi, spedizionieri, imprese portuali, compagnie portuali, ecc.);
j) Conoscenza della geografia politica ed economica;
k) Conoscenza pratica della lingua inglese ed in particolare dei termini tecnici relativi ai vari istituti;
l) Nozioni sui costi delle imprese di navigazione;
m) Nozioni sull’esecuzione forzata e le misure cautelari di cui al titolo V del libro IV della parte prima del codice della navigazione;
n) Nozioni di merceologia e di stivaggio delle navi;
o) Trattamento fiscale e registrazione dei contratti di utilizzazione della nave;
p) Nozioni sulle clausole compromissorie e sull’arbitrato libero

Sono ammessi alla prova orale i candidati che abbiano riportato una media di almeno sette decimi (7/10) nelle prove scritte e non meno di sei decimi (6/10) in ciascuna di esse.
La prova orale si intende superata quando il candidato ottiene una votazione non inferiore a sette decimi (7/10).

La votazione complessiva è stabilita dalla somma dei voti riportati nelle prove scritte e del voto ottenuto in quella orale.

Il diario delle prove d’esame deve essere comunicato agli aspiranti a mezzo raccomandata almeno 20 giorni prima.

Coloro che non abbiano superato le prove d’esami possono essere riammessi a sostenerla ma non prima che siano trascorsi sei mesi dalla data di notificazione dell’esito dell’esame precedente.

Riferimenti ufficio

Eventuali informazioni possono essere richieste durante l’orario d’ufficio al 3° Piano della Camera di Commercio.

 

Data di redazione: 16/7/2018

 

[Stampa]

[Stampa]

Elenco dei Raccomandatari Marittimi

NEWS

Si comunica che la Commissione Raccomandatari Marittimi di Brindisi nella riunione del 13 maggio 2019 ha deliberato di fissare la data del 31 maggio 2019 come termine per la presentazione delle domande di ammissione all'esame per l'iscrizione nell'elenco dei raccomandatari marittimi.  Si prenderanno in considerazione le domande di esame pervenute a codesto Ente entro e non oltre il 31/5/2019.

E'possibile scaricare da questo sito la domanda di ammissione all'esame al seguente link: http://www.br.camcom.it/download.asp?ln=&idtema=1&idtemacat=1&file=Informazioni/Files/46937/domanda_esami_raccomandatari_marittimi.docx

 

 

CALENDARIO PROVE D’ESAME RACCOMANDATARI MARITTIMI PREVISTE DALL’ART. 9 LETTERA G) LEGGE 135/77 -

Il giorno 11 SETTEMBRE 2019  ALLE ORE 9.30 presso la sede della Camera di Commercio di Brindisi sita in  Via Bastioni Carlo V, N. 4, si svolgeranno le prove di esame per l’iscrizione nell’elenco dei raccomandatari marittimi dei  seguenti candidati:

 

 

  1. Dott.ssa Eleonora Sciscio;
  2. sig. Marco Indiano;

 

La prova d’esame è orale e verte sugli argomenti stabiliti dall’art. 2 del Decreto del Ministro della Marina Mercantile datato 2 dicembre 1978 (elenco materie d’esame in formato .pdf )

 

I candidati sono tenuti a presentarsi, nel giorno, nell’ora e nella sede sopra riportata, muniti di un valido documento di riconoscimento.

 

I candidati che per qualsiasi motivo, anche dipendente da causa di forza maggiore, non si presenteranno a sostenere le prove, saranno considerati rinunciatari.

 

 

  IL SEGRETARIO DELLA COMMISSIONE

            (Dott.ssa Maria Palmieri)

 

>> Scarica il vademecum dell' Elenco dei Raccomandatari marittimi - in formato .pdf

Vademecum

L'Elenco raccomandatari marittimi, istituito con la legge 4 aprile 1977 n. 135 ha sostituito, su diverse basi, la legge 29 aprile 1940, n. 496 che aveva disciplinato l'Elenco degli agenti marittimi autorizzati.
La gestione dell'Elenco è affidata, sul piano locale, ad una Commissione nominata con decreto del Ministro dei Trasporti di concerto con il Ministro dello Sviluppo Economico. Presso il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti è istituita una Commissione centrale con il compito di esaminare i ricorsi contro le deliberazioni delle Commissioni locali.

Destinatari

E' raccomandatario marittimo colui che svolge attività di raccomandazione di navi, quali assistenza al comandante nei confronti delle autorità locali o dei terzi, ricezione o consegna delle merci, operazioni di imbarco e sbarco dei passeggeri, acquisizione di noli, conclusione di contratti di trasporto per merci con rilascio dei relativi documenti, nonché qualsiasi altra analoga attività per la tutela degli interessi a lui affidati (art.2, comma 1, legge 135/77).

Presso la Camera di Commercio di Brindisi ove ha sede la direzione marittima, è istituito l’Elenco di Raccomandatari Marittimi nel quale sono iscritti coloro che sono abilitati a svolgere le attività sopra elencate, in una località compresa nella circoscrizione della Direzione Marittima di Brindisi. Nell’elenco devono essere iscritti i titolari delle imprese individuali e gli amministratori delle società che hanno per oggetto della loro attività la raccomandazione di navi, nonché gli institori di dette imprese e società (art.1, comma 3, legge 135/77). Se il raccomandatario marittimo è legale rappresentante, amministratore o institore di una impresa, deve essere indicato nell’elenco, oltre al suo nome, quello dell’impresa stessa (art.6, comma 3, legge 135/77).

Le società che svolgono l’attività di raccomandazione marittima devono rispettare i seguenti requisiti:

• Per le società sia di persone che di capitali è sufficiente che sia iscritto un amministratore Dalla visura camerale dovrà risultare il potere conferito a detto amministratore e il numero di iscrizione nell'elenco.

• Per la validità delle procure institorie colui che rilascia procure deve risultare iscritto nell'Elenco dei raccomandatari.

Anche nel corso dell'attività le società dovranno attenersi ai sopra citati requisiti.

E' fatto obbligo di comunicare al Registro Imprese e alla Segreteria della Commissione ogni variazione nella rappresentanza delle società poiché deve essere sempre verificata la legittimità a rappresentare l'Agenzia da parte del nuovo amministratore che deve risultare, comunque, iscritto nell'Elenco.

Requisiti per l'iscrizione (Art.9 Legge 135/77)

L’iscrizione nell’elenco costituisce titolo autorizzativo per l’esercizio dell’attività.

Alla luce delle modifiche introdotte con il decreto legislativo 26 marzo 2010 n. 59 che ha recepito la Direttiva Comunitaria 123/2006/CE l’aspirante all’iscrizione deve:

1. aver conseguito il diploma di scuola media superiore;
2. non avere subito condanne per delitti contro la pubblica amministrazione, contro l'amministrazione della giustizia, contro l'economia pubblica, l'industria e il commercio e contro il patrimonio, per contrabbando oppure per ogni altro delitto non colposo, per il quale la legge commini la pena della reclusione non inferiore nel minimo a due anni o nel massimo a cinque anni, ovvero per reati in materia valutaria per i quali la legge commini la pena della reclusione;
3. aver svolto almeno due anni di tirocinio professionale;
4. sostenere un esame orale tendente ad accertare la conoscenza della normativa riguardante il commercio marittimo, contenuta nei codici civile e della navigazione, degli usuali documenti, delle cognizioni giuridiche attinenti all'esercizio della professione, nonché alla lingua inglese.

Esami

NOVITÀ: ADOZIONE DELLA NUOVA PROCEDURA PER IL SOSTENIMENTO DELL’ESAME.

La commissione raccomandatari marittimi con provvedimento n. 33 del 28/03/2011 ha stabilito di provvedere a fissare di volta in volta una data (che viene pubblicata nel sito camerale e comunicata alle associazioni di raccomandatari marittimi operanti nell'ambito della Direzione Marittima di Brindisi) entro la quale i candidati possono presentare domanda d'esame, che si svolgeranno entro 90 giorni da tale data.

Documentazione da presentare per sostenere l'esame

• domanda in bollo del valore vigente, utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia della carta d'identità in corso di validità del sottoscrittore
• dichiarazione sostitutiva di atto notorio resa ai sensi della L.445/2000 in cui un raccomandatario marittimo, iscritto in un qualsiasi elenco raccomandatari marittimi, dichiari che l’aspirante ha svolto almeno due anni di tirocinio professionale;
• fotocopia del titolo di studio di scuola media superiore, con dichiarazione che è conforme all’originale resa ai sensi della L.445/2000;
• attestazione del versamento di euro 77,00 sul c/c postale 239723 intestato alla Camera di Commercio di Brindisi indicando la seguente causale " Elenco dei Raccomandatari Marittimi- domanda d'esame “.

Esame

Il candidato ammesso alla prova è informato della data dell’esame con un preavviso di almeno 20 giorni.

La prova di esame orale verte sugli argomenti previsti dall’art.2 del D.M. della Marina Mercantile datato 16/1/1979.

La prova d’esame si intende superata se il candidato ottiene la votazione di almeno 7/10

Adempimenti successivi al sostenimento dell'esame con esito positivo

Entro trenta giorni dall’avvenuta comunicazione di superamento dell’esame con esito positivo, è obbligatorio depositare presso la Camera di Commercio di Brindisi la documentazione comprovante l’avvenuta costituzione della cauzione contestualmente alla domanda d’iscrizione nell’elenco. Trascorso tale termine senza che la cauzione sia stata versata, il richiedente decade dal diritto di iscrizione nell’elenco dei raccomandatari marittimi (art.11 legge 135/77).

Documentazione da presentare per l'iscrizione nell’elenco

• domanda in bollo del valore vigente, utilizzando l'apposito modulo, con firma semplice e fotocopia del documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore;
• attestazione del versamento di euro 31,00 nel c/c postale n. 239723 intestato alla Camera di Commercio di Brindisi indicando la seguente causale " Elenco Raccomandatari Marittimi -domanda d'iscrizione "; è possibile anche versare i diritti di segreteria in contanti presso lo sportello cassa sito al IV piano della sede camerale.
• attestazione del versamento della tassa di Concessione Governativa di euro 168,00 sul c/c postale n. 8003 intestato a “Agenzia delle Entrate – Centro operativo di Pescara” indicando la seguente causale "Tassa di Concessione Governativa per iscrizione nell'Elenco Raccomandatari Marittimi di Brindisi";
• documentazione comprovante l’avvenuta costituzione della cauzione a garanzia delle obbligazioni nascenti dall’esercizio dell’attività di raccomandatario nella misura di euro 15.000,00. La cauzione può essere prestata in denaro, ovvero in titoli di Stato o garantiti dallo Stato, esenti da qualsiasi vincolo intestati all’Agente Marittimo oppure al portatore; la cauzione potrà essere prestata anche mediante fideiussione assicurativa o fideiussione bancaria. Le cauzioni in denaro o in titoli devono essere depositate presso la Banca d’Italia-Sezione tesoreria provinciale.

Documentazione da presentare per aggiunte variazioni e cancellazioni titolarità per coloro che sono già iscritti nell'elenco dei raccomandatari marittimi

• domanda in bollo del valore vigente, utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia di un documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore ;
• attestazione del versamento di euro 10,00 nel c/c postale n. 239723 intestato alla Camera di Commercio di Brindisi indicando la seguente causale "Elenco Raccomandatari Marittimi - domanda di aggiunta - variazione - cancellazione di titolarità". è possibile anche versare i diritti di segreteria in contanti presso lo sportello cassa sito al IV piano della sede camerale.

Documentazione da presentare per la cancellazione dall'elenco

• Domanda in bollo del valore vigente, utilizzando l'apposito modulo con firma semplice e fotocopia di un documento d’identità in corso di validità del sottoscrittore;
Contestualmente è possibile inoltrare domanda di svincolo della cauzione.

Sanzioni

Chiunque eserciti abusivamente l'attività di raccomandatario marittimo è punito ai sensi dell'art. 348 del Codice Penale (art.19 legge 135/77).
Il raccomandatario che venga meno agli obblighi stabiliti dall'art. 4 della Legge 04/04/1977 n. 135 è punito con l'arresto fino a due anni e con l'ammenda da € 516,00 ad € 25.822,00. La condanna comporta la cancellazione dall'Elenco Raccomandatari Marittimi (art.5, commi 1 e 2, legge 135/77).
Chiunque, senza essere iscritto nell'Elenco Raccomandatari Marittimi, svolge in qualsiasi forma attività diretta all'ingaggio per conto di terzi di lavoratori marittimi, è punito con la reclusione da uno a cinque anni (art.5,comma 4, legge 135/77).

Svincolo cauzioni

La Giunta Camerale, a seguito dell’abrogazione della legge 1137/1949, con delibera n.50 del 19/07/2010, ha deciso di adottare i seguenti strumenti di pubblicità al fine di rendere noto ai terzi l’avvio del procedimento di liberazione cauzioni relative agli agenti marittimi raccomandatari:

a) procedura ordinaria (da adottare per la cauzione “ principale”):
pubblicazione dell’avviso della domanda di svincolo cauzione (o dell’avvio della procedura di svincolo) all’albo camerale, all’albo della Capitaneria di Porto, all’albo del Comune (ove il raccomandatario esercita l’attività) e sul sito web istituzionale per un termine di 40 giorni;

b) procedura semplificata (da adottare solo per le vecchie cauzioni stipulate antecedentemente alle modifiche introdotte dalla Giunta Camerale con provvedimento n. 110/2004):
pubblicazione dell’avviso della domanda di svincolo cauzione (o dell’avvio della procedura di svincolo) all’albo camerale e sul sito web istituzionale per un termine di 30 giorni, previa verifica che l’importo della cauzione principale sia stato adeguato.
Decorsi i sopra citati termini senza che vi siano state opposizione, si procederà con atto amministrativo alla liberazione delle cauzioni medesime.

>> Riferimenti Normativi
>> Modulistica

Riferimenti ufficio

Eventuali informazioni possono essere richieste durante l’orario d’ufficio al 3° Piano della Camera di Commercio Rag. Maria Stella Di Lauro a al 4° piano Dott.ssa Maria Palmieri.

 

Data di redazione: 28/6/2019

 

[Stampa]