Disegni e Modelli - CCIAA DI BRINDISI

Menù di navigazione rapido

Logo della Camera di Commercio di Brindisi

Cartella selezionata

 

 

News correlate:

26/6/2020

Premio Top of the PID 2020 - Re-start

TOP of the PID è un’iniziativa organizzata e promossa da Unioncamere, nell’ambito del progetto “PID...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

23/6/2020

#startBrindisi - Pubblicati i tre bandi per fronteggiare la grave crisi economica causata dall’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Visita la sezione #startBrindisi
 
La Camera di Commercio di Brindisi interviene a favore delle imprese della provincia per...

Altre news su CCIAA DI BRINDISI

 

[Stampa]

Disegni e Modelli

Possono costituire oggetto di registrazione come disegni e modelli l'aspetto dell'intero prodotto o di una sua parte quale risulta, in particolare, dalle caratteristiche delle linee, dei contorni, dei colori, della forma, della struttura superficiale e/o dei materiali del prodotto stesso e/o del suo ornamento, a condizione che siano nuovi ed abbiano carattere individuale. Per prodotto si intende qualsiasi oggetto industriale o artigianale, compresi tra l'altro i componenti che devono essere assemblati per formare un prodotto complesso, gli imballaggi, le presentazioni, i simboli grafici e caratteri tipografici, esclusi i programmi per elaboratore.

Normativa di riferimento:

• D.M. 2.4.2007
• Decreto Legislativo 10.2.2005, n.30 "Codice della Proprietà Industriale"
• Decreti Legislativi nn. 95/2001 e 164/2001
• Direttiva Europea 98/71/CE

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]

[Stampa]

Requisiti

I requisiti per ottenere la registrazione di un disegno o modello sono:

• Novità: un disegno o modello è nuovo se nessun disegno o modello identico è stato divulgato prima della data di presentazione della domanda di registrazione ovvero, nel caso si rivendichi la priorità, prima della data di quest'ultima. I disegni o modelli si considerano identici quando le loro caratteristiche differiscono soltanto per dettagli irrilevanti.

• Carattere Individuale: un disegno o modello ha carattere individuale se l'impressione generale che suscita nell'utilizzatore informato differisce dall'impressione generale suscitata in tale utilizzatore da qualsiasi disegno o modello divulgato prima della data di presentazione della domanda o della data di priorità.

• Liceità: il disegno o il modello non deve essere contrario all'ordine pubblico ed al buon costume.

E’ possibile, per l’autore di un modello o disegno, divulgare il trovato nei 12 mesi precedenti la data di presentazione della domanda di registrazione del disegno o modello, o, in caso di rivendicazione di priorità, nei 12 mesi precedenti la data di quest’ultima.

L’autore di un disegno o modello ora ha a disposizione 12 mesi di tempo, prima di depositare la domanda di registrazione in Italia, per testare il successo commerciale dell’oggetto del suo disegno o modello.

In caso di protezione del trovato anche all’estero, e’ necessario tener conto della legislazione degli stati esteri di interesse.

Se un disegno o modello accresce nello stesso tempo l’utilita’ dell’oggetto al quale si riferisce, possono essere chiesti contemporaneamente il brevetto per modello di utilita’ e la registrazione per disegno o modello, ma l’una e l’altra protezione non possono venire cumulate in un solo titolo.

Il decreto legislativo n. 95/2001 elimina, inoltre, la precedente disposizione per cui ai disegni o modelli non sono applicabili le norme sul diritto d’autore e ne introduce una nuova secondo cui sono tutelabili con il diritto d´autore le opere del disegno industriale che presentino di per se’ carattere creativo e valore artistico.
Vale a dire, e’ ora possibile tutelare i disegni o modelli non solo mediante registrazione del disegno o modello, ma anche mediante il diritto d’autore.

Non sono considerati disegni o modelli quelle caratteristiche dell’aspetto del prodotto che sono determinate unicamente dalla funzione tecnica del prodotto stesso.
Non possono formare oggetto di registrazione per disegno o modello le caratteristiche dell’aspetto del prodotto che devono essere necessariamente riprodotte nelle loro esatte forme e dimensioni per potere consentire al prodotto in cui il disegno o modello e’ incorporato o al quale e’ applicato di essere unito o connesso meccanicamente con altro prodotto, ovvero di essere incorporato in esso oppure intorno o a contatto con esso, in modo che ciascun prodotto possa svolgere la propria funzione.

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]

[Stampa]

Titolarità

Durata ed effetti

La registrazione del disegno o modello dura 5 anni a decorrere dalla data di presentazione della domanda; il titolare può ottenere la proroga della durata, per uno o più periodi di cinque anni fino ad un massimo di 25 anni.

Con una sola domanda si può chiedere la registrazione di un solo disegno o modello oppure non più di cento disegni e modelli purché destinati ad essere attuati od incorporati in oggetti inseriti nella medesima classe della classificazione internazionale dei disegni e modelli.

Titolarità

I diritti esclusivi sui disegni e modelli sono attribuiti con la registrazione.
Il diritto alla registrazione spetta all’autore del disegno o modello ed ai suoi aventi causa.

Salvo patto contrario, la registrazione per disegni e modelli, che siano opera di dipendenti, in quanto tale opera rientri tra le loro mansioni, spetta al datore di lavoro, fermo restando il diritto del dipendente di essere riconosciuto come autore del disegno o modello e di fare inserire il suo nome nell’attestato di registrazione.

Nullità

La registrazione è nulla se:

  • non conforme agli articoli nn. 31-32-33-34-35 e 36 D.Lgs. 10.2.2005 n.30
  • e’ contrario all’ordine pubblico od al buon costume
  • il titolare della registrazione non aveva diritto di ottenerla e l’autore non si sia avvalso delle facoltà accordategli dall´art. 118 D.Lgs. 10.2.2005 n.30
  • e’ in conflitto con un disegno o modello precedente che sia stato reso noto dopo la data di presentazione della domanda o, quando si rivendichi la priorita’, dopo la data di quest’ultima ma il cui diritto esclusivo decorre da una data precedente per effetto di registrazione comunitaria o nazionale ovvero per effetto della relativa domandacostituisce utilizzazione impropria di uno degli elementi ovvero di segni, emblemi e stemmi che rivestono un particolare interesse pubblico nello Stato.
il suo uso costituirebbe violazione di un segno distintivo ovvero di un´opera dell´ingegno protetta dal diritto d´autore.

 

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]

[Stampa]

Procedura

Documenti per la presentazione della domanda:

La procedura di brevettazione prevede il deposito di una domanda dattiloscritta o direttamente compilata a computer e firmata ove indicato dal richiedente, costituita da:

Modulo O - in formato .pdf - in formato .doc - in 5 copie
• Descrizione tecnica in 2 copie (facoltativa)
• Tavole dei disegni o fotografie in 2 copie (1 obbligatoria)
• Attestazione del pagamento delle tasse di concessione governativa da effettuarsi sul c/c postale n. 668004 intestato all'Agenzia delle Entrate – Centro Operativo di Pescara, specificando la causale del versamento.
• Versamento dei diritti di segreteria da Euro 40,00 oppure Euro 43 + una marca da bollo da Euro 16,00 (se si chiede copia autentica conforme del verbale di deposito) che possono essere versati in contanti o con bancomat presso la Camera di Commercio oppure sul c/c postale n. 239723 intestato a “Camera di Commercio di Brindisi”, specificando la causale del versamento.
• Eventuale lettera d'incarico o procura, se la domanda è presentata tramite un terzo incaricato, avvocato o iscritto in apposito albo.

 

Si fa presente che, in base al nuovo codice brevettuale è possibile differire l'inaccessibilità al pubblico per un periodo di 30 mesi anzichè 12 come indicato nella modulistica ministeriale.

 

Consulta la pagina della modulistica - Sezione DISEGNI E MODELLI

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]

[Stampa]

Costi e modalità di pagamento

Modelli e disegni singoli:

1° quinquennio: Euro 100,00
2° quinquennio: Euro 30,00
3° quinquennio: Euro 50,00
4° quinquennio: Euro 70,00
5° quinquennio: Euro 80,00

Mora pagamento quinquennio entro i 6 mesi: Euro 100,00

Modelli e disegni multipli:

1° quinquennio: Euro 200,00
2° quinquennio: Euro 30,00
3° quinquennio: Euro 50,00
4° quinquennio: Euro 70,00
5° quinquennio: Euro 80,00

Mora pagamento quinquennio entro i 6 mesi: Euro 100,00

Modalità di corresponsione dei diritti per il mantenimento in vita (art. 4 Decreto 2/4/2007):

Il pagamento dei diritti per il mantenimento in vita deve essere effettuato anticipatamente, entro l'ultimo giorno utile del mese corrispondente a quello in cui è stata depositata la domanda. Trascorso detto periodo il pagamento è ammesso nei sei mesi successivi con l'applicazione della sopratassa da Euro 100,00.
Il pagamento è, altresì, ammesso entro il termine di quattro mesi dalla data di concessione del brevetto, ovvero nei sei mesi successivi dietro corresponsione della mora, per i diritti eventualmente maturati fino a tale momento.
L’attestazione e la ricevuta devono essere poi presentati all’Ufficio Brevetti e Marchi della Camera di Commercio unitamente all'istanza di richiesta proroga (vedi istruzioni di deposito).

Modalità di pagamento:

c/c postale n. 668004 intestato ad “Agenzia delle Entrate - Centro Operativo di Pescara”, specificando nella causale il numero della domanda o dell'eventuale concessione, la data di deposito o dell'eventuale concessione ed il numero dell'annualità versata da riportare necessariamente sul frontespizio del bollettino stesso e su entrambe le parti di cui è composto.
L’attestazione e la ricevuta devono essere poi presentati all’Ufficio Brevetti e Marchi della Camera di Commercio. La ricevuta sarà restituita con il timbro e la data di presentazione.
NON SI ACCETTANO PAGAMENTI SU CONTO CORRENTE POSTALE EFFETTUATI ON-LINE.

Marche da Bollo e Diritti di Segreteria:

Per la ricevuta di deposito:
- se richiesta Copia Autentica avente effetto legale : 1 Marca da Bollo da Euro 16,00 + 1 Diritto di Segreteria da Euro 43,00
- se richiesta Copia Semplice: 1 Diritto di Segreteria da Euro 40,00.

I Diritti di Segreteria sono acquistabili in contanti o con bancomat in Via Bastioni Carlo V n. 4, oppure con versamento sul c/c postale n. 239723 intestato a “Camera di Commercio di Brindisi”.
NON SI ACCETTANO PAGAMENTI SU CONTO CORRENTE POSTALE EFFETTUATI ON-LINE.

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]

[Stampa]

Modulistica

Consulta la pagina della modulistica - Sezione DISEGNI E MODELLI

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]

[Stampa]

Disegni e modelli comunitari e internazionali

Dal 1° Gennaio 2003, è possibile depositare la domanda di disegno o modello comunitario (grazie all'emanazione del Regolamento esecutivo su questa materia, da parte della Commissione della Comunità Europea, del 21/10/2002).

Come il marchio comunitario, anche la procedura unica di registrazione si svolge presso l'UAMI (Ufficio per l'Armonizzazione del Mercato Interno). Con la registrazione, il titolare acquisisce un diritto valevole in tutti gli Stati membri dell'Unione Europea.

La domanda può essere depositata presso l'Ufficio Italiano Brevetti e Marchi (U.I.B.M.) a Roma, oppure inviata presso la sede dell'UAMI ad Alicante in Spagna.

La tutela del disegno o modello comunitario dura 5 anni a decorrere dalla data di deposito della domanda, prorogabili per uno o più periodi di 5 anni mediante presentazione di richiesta di rinnovo, fino ad un massimo di 25 anni.

E' inoltre possibile ottenere la tutela di disegni e modelli nel territorio di Stati europei ed extraeuropei aderenti all'Accordo dell' Aja mediante un deposito Internazionale.

Modulistica, costi ed informazioni sulla procedura di deposito di Disegni e Modelli Comunitari sono disponibili sul sito dell' Ufficio per l'Armonizzazione del Mercato Interno (UAMI); mentre per quanto riguarda il deposito di Disegni e Modelli Internazionali le informazioni sono disponibili sul sito dell' Organizzazione Mondiale della Proprietà Intellettuale (WIPO).

 

 

Data di redazione: 4/2/2019

 

[Stampa]