IBAN e pagamenti informatici

Art. 36 del D.Lgs. 33/2013.

 

Dal 1° febbraio 2015, ai sensi dell'art. 1 cc. 391-394 della L. 190/2014 (Legge di stabilità 2015), le Camere di Commercio I.A.A. verranno assoggettate al sistema di Tesoreria Unica.


Pertanto:

- gli Enti ed organismi pubblici rientranti nelle tabelle A e B allegate alla L. 720/1984, dovranno utilizzare la procedura di girofondi a valere sul conto di contabilità speciale fruttifera in Banca d'Italia n. 319308 (vedasi circolare MEF n. 4 del 20 gennaio 2015)

IBAN IT27G0100003245431300319308


- tutti i soggetti privati e gli Enti esclusi dal regime di Tesoreria Unica, continueranno ad utilizzare il seguente Codice IBAN della Camera di Commercio di Brindisi

Camera di Commercio di Brindisi - Coordinate bancarie (in vigore dal 01/01/2021)

 

Si comunica che, a far data dal 31/03/2015, sussisterà l’obbligo della fatturazione elettronica nei rapporti tra Pubblica Amministrazione e fornitori.

Il Codice Univoco Ufficio, al quale dovranno essere indirizzate le fatture elettroniche, è il seguente 

Camera di Commercio di Brindisi

Codice Univoco Ufficio

7ER91Y

Nome Ufficio

Servizio Ragioneria e Patrimonio - Fatturazione elettronica

 

Si segnala inoltre che le Camere di Commercio, tramite la piattaforma

https://fattura-pa.infocamere.it

oltre a diffondere contenuti formativi ed informativi sulla fatturazione elettronica, mettono a disposizione delle piccole e medie imprese italiane un supporto operativo per l’emissione e la completa gestione delle fatture elettroniche.

 


 

Visualizza inoltre le sezioni

Bandi di gara e contratti

Sovvenzioni, contributi e vantaggi economici

Ultima modifica: Mercoledì 30 Dicembre 2020